Storia

Il Circolo di Studi storici “Le Calabrie” è stato costituito il 1° Ottobre 1999, in Gioiosa Jonica, da un gruppo di giovani studiosi operanti, prevalentemente in Calabria, nei settori della ricerca storica, archeologica, artistica e architettonica e collegati, a vario titolo, al mondo accademico e alle Soprintendenze regionali.

Il Circolo, che non ha fini di lucro, svolge attività diretta alla ricerca, allo studio ed alla divulgazione degli eventi storici, archeologici ed artistici che hanno caratterizzato la storia della Calabria. Per la realizzazione di tali fini si è svolta in questi anni un’attività sul territorio consistente in ricerche e studi topografici e storici, mostre, conferenze, convegni, proiezione di film con relazioni e dibattito correlati, presentazioni di volumi.

Il Circolo, secondo gli intenti statutari, si è reso promotore della pubblicazione di un nuovo periodico dal titolo “Studi Calabresi -Storia Arte Archeologia”, per i tipi delle Edizioni Corab di Gioiosa Jonica, contenente interessanti e qualificati contributi di valenti studiosi relativi alle tematiche storiche e culturali associative. Il primo volume ha visto la luce nel 2001. Nel 2006 è stata inaugurata una nuova iniziativa editoriale, i “Taccuini di Studi Calabresi”, periodico monografico, che costituisce un supplemento alla Rivista.

Nel 2007 è stato aperto un forum di discussione in Internet dal titolo “Studi Calabresi”  (www.lecalabrie.forumup.it), attinente le tematiche statutarie del Circolo e gestito dai dirigenti del sodalizio, che fornisce informazioni e consulenze storico-archeologiche on line a chi le richiede e attua un confronto diretto tra gli studiosi di tematiche calabresi. Allo stato attuale il forum ha oltre 350 iscritti da tutto il mondo, oltre 700 argomenti di discussione aperti e oltre 10.000 messaggi postati.

Il sodalizio è oggi composto da 70 soci, divisi in due categorie di soci cultori (studiosi di professione o persone che in modo continuativo abbiano all’attivo una propria produzione scientifica edita) e soci aderenti (giovani studiosi o semplici appassionati di storia), ed è governato da un direttivo di cinque elementi (3 soci cultori e 2 soci aderenti). Un altro organo del Circolo è il Comitato scientifico, costituito da sette componenti (5 soci cultori e 2 soci aderenti) e dal Presidente pro tempore. Cinque studiosi compongono il comitato di redazione della rivista. Chiunque, cultore o appassionato di Storia, può divenire Socio del Circolo. I Soci ricevono gratuitamente le pubblicazioni del Circolo, cioè la Rivista “Studi Calabresi”, i “Taccuini di Studi Calabresi”  e le altre pubblicazioni promosse dal Circolo (Atti di convegni e studi specifici).

Hanno presieduto il sodalizio:

Avv. Domenico Romeo (1999-2000), Deputato di Storia Patria per la Calabria
Avv. Prof.ssa Carmela Maria Spadaro (2000-2004), professore associato di Storia del Diritto Italiano all’Università “Federico II” di Napoli.
Avv. Filippo Racco (2004-2006), Deputato di Storia Patria per la Calabria.
Dott.ssa Marilisa Morrone (2006-2014), Archeologa, Deputato di Storia Patria per la Calabria e già Ispettore archeologo onorario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Prof. Vincenzo Naymo (2014-2015), professore di Storia moderna all’università degli Studi di Messina, Deputato di Storia Patria per la Calabria e Ispettore archivistico onorario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Prof. Francesco Cuteri (2015-2017), archeologo del medioevo, Docente di Beni Culturali presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, Ispettore Onorario del Ministero per i beni e le attività culturali, membro dell’AISB (Associazione Nazionale di Studi Bizantini).

L’attuale presidente pro tempore è la dott.ssa Marilisa Morrone (eletta a dicembre 2017), Deputato di Storia Patria per la Calabria e già Ispettore archeologo onorario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.